Regalo di Natale per la Coworking Community: l’intervista al Sindaco Alfredo Colombo.

Coworking Sovico: intervista al sindaco Colombo

Si avvicinano le festività natalizie e siamo tutti in vena di strenne… qui al Cowo® di Sovico fa piacere ricevere e pubblicare l’intervista che abbiamo fatto al Sindaco Alfredo Colombo.

Anche se ci conosciamo da tempo – più volte è venuto nei nostri spazi come gradito ospite, in occasione di incontri e attività varie – è la prima volta che abbiamo l’occasione di intervistarlo e parlare con lui di Coworking da un punto di vista istituzionale.

Non a caso, lo spunto per questo scambio è venuto proprio nell’ambito di un incontro sui temi isituzionali: l’evento “CowoShare 5 – Il Coworking e le Istituzioni” tenutosi a Milano alcune settimane fa.

Fa piacere questa partecipazione del primo cittadino sovicese, segno che le attività di Coworking che svolgiamo qui ormai da 7 anni (ebbene sì, abbiamo aperto nel gennaio 2011), non passano inosservate, anzi: hanno la capacità di attrarre e coinvolgere anche a livello istituzionale.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Sindaco della sua attenzione verso il Coworking e della sua disponibilità a rispondere alle nostre domande.

Prima di cedergli la parola, vogliamo condividere con i lettori del nostro blog un doppio augurio nei suoi confronti: sia di buone feste e felice anno nuovo, sia di buon compleanno… la sua data di nascita è infatti proprio il 25 dicembre 🙂

CoworkingSovico.it – Signor Sindaco, le è piaciuto il CowoShare che ha fatto dialogare mondo Coworking e mondo istituzionale, a Milano qualche settimana fa?

Cosa l’ha spinta a partecipare… da uditore e non da protagonista? 

Alfredo Colombo – La mia partecipazione è stata conseguente all’invito che mi era stato proposto tempo fa da Alberto Mariani.

Quanto a un eventuale intervento, ritengo non vi fossero da parte mia motivazioni e conoscenze del mondo COWO® tali da giustificarlo.

E’ stato comunque utile ed interessante sentire quelli dei protagonisti-relatori.

CoworkingSovico.it – Dal 2011, nel territorio di Sovico è attivo con un discreto successo uno spazio Coworking, con buona pace di chi considerare questo stile di lavoro un qualcosa di “metropolitano”.

Qual è la sua opinione?

Alfredo Colombo – L’esperienza di Sovico, sicuramente antesignana nel territorio brianteo, è stata un’assoluta novità che ho seguito in diverse occasioni, spinto in ciò dalla “carica” di Alberto.

Si può definire un piccolo miracolo o gioiello per un paese come Sovico di dimensioni non grandi (il nostro comune vanta una popolazione di circa 8.400 abitanti su una superficie di soli 3,25 km), ma che al suo interno possiede energie e vitalità che si esprimono sia in campo privato sia in campo pubblico e sociale.

CoworkingSovico.it – A suo parere la condivisione di spazi professionale con attitudine collaborativa può essere un fattore competitivo di un territorio?

Alfredo Colombo – Non so se si possa parlare di possibile competitività (non possiedo notizie in tal senso), certo è che rappresenta un’interessante opportunità che può consentire ad una sempre crescente massa di persone e professioni di lavorare in forma singola-condivisa.

Ovviamente le esperienze testimoniate nell’incontro – vedi ad esempio quella del Coworking di Montepulciano, partecipato anche dall’amministrazione comunale – indicano orizzonti e scenari sempre più interessanti di legame fra spazi di Coworking e territorio, anche se non sempre  è possibile in realtà come quella sovicese.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *